La Musica
LE GRANDI BAND DEL ROCK PT2

LE GRANDI BAND DEL ROCK PT2

Los Ageles 1985, città di trasgressione, soprattutto in quegli anni, due band decidono di unirsi per un progetto più grande, così nacquero i Guns ‘n Roses. Il loro hard rock ha portato alla notorietà lo sleaze metal, grazie ad alcuni dei loro lavori che sono annoverati tra le migliori opere rock di sempre.

All’epoca di Appetite for Destruction. È il 1987, l’album è uscito a luglio e la band, abbandonate le miserie del Sunset Strip a Los Angeles, se ne va in tour portandosi dietro quel carico di umoralità, aggressività, sensualità e bipolarità che costituisce il nucleo centrale del carattere del frontman, Axl Rose, il quale essendo il leader carismatico che ci si aspetta, ha rapporti difficili con molti componenti della band che per il primo periodo sono andati via fino a trovare una stabilità.

Gli anni dei tour e della follia

Nella follia che regna nella loro casa, dove fanno musica, quello che colpisce chi ha la “fortuna” di entrarvi sono le sembianze della stanza di Axl Rose. Mentre tutto fuori è distrutto l’unica porta candida e lucida è la sua, Axl in questa stanza immacolata e perfetta, fuori da quella è circondata da tutto quello squallore, rappresenta la dicotomia dei Guns n’Roses.  Axl è meno interessato a droghe ed alcol rispetto agli altri membri della band ma ha indubbiamente i suoi problemi. Gli è stata diagnosticata una sindrome maniaco-depressiva e i sintomi da disturbo della personalità non ci mettono molto a manifestarsi. Ha in alcuni momenti questo modo di fare da ragazzino simpatico, ma in un attimo riesce a trasformarsi in un demone, si diche che anche il colore dei suoi occhi cambi in quegli istanti.

Una menzione speciale la merita Izzy Stradlin, chitarra ritmica della band, ricordato per gli eccessi e di intemperanze a bordo di un aereo il cui bagno non era libero… ma la cucina sì! Da quel momento è stato ribattezzato “Whizzy”, lascio a voi la traduzione, si è beccato una multa stratosferica e innumerevoli articoli di biasimo sui giornali. Non possiamo trascurare il bassista Duff McKagan, celebre per i due litri e passa di vodka scolati ogni giorno ai tempi degli esordi con il gruppo, anche se ci tiene a ribadire che le cose non stanno come sembra, spesso dichiarava di non avere problemi con l’alcool… nessuno mette in dubbio queste voci. Come avrete capito gli eccessi in questa band sono all’ordine del giorno, ma da record fu anche il loro tour più famoso, quello per Use your illusion. Ritmi da capogiro, durata totale 3 anni, per più di 190 concerti in 27 diverse nazioni, ha riscosso un successo enorme portando un seguito di circa 7 milioni di spettatori.

Gli anni dei tour e della follia
Gli anni dei tour e della follia

Dopo il successo il declino

Così dopo aver toccato il cielo con un dito, la nomina a miglior band hard rock nel 1993 cominciarono i dissapori, Axl, alle prese con i problemi creatigli dalle sue ex mogli che lo accusavano di maltrattamenti fisici e psicologici, ottenne dagli altri membri della band i diritti sul nome Guns N’ Roses, e a prendere il ruolo di loro guida non solo nominalmente ma anche legalmente. Tale richiesta fu molto contestata da Slash che però, davanti alla minaccia di Axl di lasciare il gruppo, cedette.

Questi continui battibecchi portarono nel 1994 ad una frattura, dopo il licenziamento del loro manager, Slash non poteva più sopportare la situazione così lasciò, da li  a poco la formazione originaria vide solo Axl come membro. Fino ai giorni nostri, qualche anno fa la band si riformò lanciando anche l’uscita di un nuovo disco.